Archivi dei tag: Vicenza in Lirica 2017

Leo Nucci il Rigoletto più famoso al mondo premio alla carriera Vicenza in Lirica

(Vicenza, 24 agosto 2017) Il festival “Vicenza in lirica ” apre i suoi appuntamenti ospitando sabato 26 agosto 2017 , per la prima volta al teatro Olimpico ed a Vicenza, uno dei nomi più celebri ed amati del panorama lirico internazionale quale il baritono Leo Nucci.
Un debutto quello dell’artista che, dopo cinquant’anni di carriera (festeggiati quest’anno a Piacenza con un bellissimo spettacolo che ha poi toccato molti altri importanti teatri italiani) per la prima volta entrerà al teatro Olimpico (ricordiamo il teatro antico coperto più antico del mondo oltre ad un gioiello del nostro patrimonio artistico) portandovi un concerto di musiche verdiane.
“Sono felice di essere a Vicenza – dichiara Nucci – “perché in questo modo posso realizzare due desideri: uno cantare nel più bel teatro del mondo, dove mia moglie già cantò con la Camerata di Cremona “Il ballo delle ingrate” di Monteverdi e perché posso così finalmente mantenere una promessa che avevo fatto all’amico Luciano Maggi e a sua moglie, la cara Lucia, di venire a cantare al Teatro Olimpico. Sono felicissimo che questo accada”.
Dal suo importante debutto al Teatro alla Scala di Milano nel ruolo di Figaro nel 1977, cui seguiranno velocemente quello al Covent Garden in “Luisa Miller”, al Metropolitan in “Un ballo in maschera” seguiti da tutti i più importanti teatri internazionali, la carriera dell’artista non ha conosciuto stop o flessioni ma, come nei campioni dello sport, una costante ed accurata crescita tecnica ed interpretativa mai abbandonata al caso ma costantemente curata ed approfondita.
Pur toccando tutti i più importanti ruoli del repertorio (inarrivabile il suo Figaro nel rossiniano “il Barbiere di Siviglia”) in questi ultimi decenni la sua figura e classe interpretativa si è legata in modo indissolubile al maestro della ‘parola scenica’ quel G. Verdi che, cambiando completamente le regole del gioco nella composizione del teatro per musica, voleva che questa fosse sempre ancella della parola.
E proprio a Verdi e ad alcuni dei personaggi da lui più amati, sarà dedicato il concerto, accompagnato dall’ “Italian Opera Chamber Ensemble” formato da Pierantonio Cazzulani e Lino Pietrantoni al violino, Christian Serazzi alla viola, Paolo Perucchetti al violoncello, Davide Burani all’arpa e Paolo Marcarini al pianoforte. Il concerto presenterá una selezione delle più intense pagine verdiane intervallate da brani strumentali opportunamente arrangiati da Paolo Marcarini affinché il linguaggio musicale della serata non perda la sua continuità artistica e teatrale. Rigoletto, Macbeth (qui si eseguirà l’aria presente nella prima edizione dell’opera nel quale il personaggio sembra avere quasi un pentimento prima della morte) , Francesco Foscari, il Conte di luna, Giorgio Germont ed il Marchese di Posa , tutti giganti della drammaturgia verdiana, saranno attentamente cesellati e prenderanno forma attraverso la vocalità e lo straordinario carisma interpretativo dell’artista che , ad ogni sua apparizione , sembra approfondirne sempre nuovi aspetti .
La serata si chiuderà con la consegna del prestigioso Premio alla carriera “Vicenza in Lirica 2017” creato per omaggiare artisti che hanno fatto grande il nostro teatro d’opera e che aveva premiato, durante le scorse edizioni, nomi della levatura del mezzosoprano Bernadette Manca Di Nissa e del baritono Juan Pons.
Ad arricchire ulteriormente quella che si pone come un’occasione unica per ascoltare la voce di Leo Nucci, all’interno della spettacolare scatola scenica del teatro, si terrà una mostra di quadri (ospitata sul palcoscenico dell’Olimpico) dell’artista parmigiano Vittorio Ferrarini , nel quale il baritono viene tratteggiato, con pennellate dense di teatrale vigore, in alcune tra le sue più celebri interpretazioni.
La maschera è sempre stata per Leo Nucci una missione ed uno studio che continua in incessante crescita (indimenticabile la sua più recente recita di “Rigoletto” all’interno di un Arena di Verona gremita da un pubblico entusiasta ) una ricerca che si riscontra attraverso l’entusiasmo e la passione che il grande artista comunica con il suo grande carisma e personalità e che i quadri contribuiranno a trasmetterci in maniera ancor più fruibile attraverso lo studio dei particolari espressivi .
Una serata unica dunque che siglerà un debutto ( quello dell’artista in Olimpico) all’interno di un altro debutto (quello della quinta edizione del Festival “Vicenza in lirica” 2017 ) e che , da come stanno andando le prenotazioni , si preannuncia come un vero e proprio evento per l’estate vicentina . Un legame quello del Festival e Nucci che trova un terreno comune anche nell’attenzione ai giovani. Il progetto “Opera Laboratorio”, fortemente voluto dall’artista e attivo da anni presso il Teatro municipale di Piacenza, offre ogni anno una grande occasione professionale e formativa a chi voglia cimentarsi in questa perigliosa carriera e sembra condividere grinta ed obiettivi con la volontà del Festival, sempre più concentrato nel ricercare nuovi messaggi e possibilità per giovani artisti e rinnovato pubblico. Un nuovo ponte dunque, attraverso l’esempio e l’esperienza di un grande.

La quinta edizione del Festival Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi è un progetto organizzato ed ideato dall’associazione “Concetto Armonico” con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Region del Veneto e della Provincia di Vicenza, con il sostegno e l’ospitalità del Comune di Vicenza e delle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari.

La musica vestirà la città per due settimane

La musica vestirà la città per due settimane

manca poco al via della quinta edizione
mentre la prima de L’Orfeo all’Olimpico
registra il quasi tutto esaurito

(Vicenza, 18 agosto 2017) I palazzi storici di Vicenza e tutto il suo centro storico risuoneranno , in questo periodo di fine estate , di tutta una serie di appuntamenti musicali che uniranno a quelli di punta (il recital di Leo Nucci e l’Orfeo) alcuni importanti incontri incentrati sulla contaminazione dei generi .
Così dal concerto del notissimo sopranista di fama internazionale Angelo Manzotti (27 agosto) si passerà a discorrere di arte ed in particolare di Vincent Van Gogh (in vista dell’importante mostra che sarà inaugurata in ottobre) attraverso le libere voci di due vicentine quali lo storico dell’arte Valentina Casarotto e l’attrice Stefania Carlesso (28 agosto).
Aspettando “L’Orfeo ” ci incontreremo poi con alcuni dei protagonisti e con il musicologo Giancarlo Landini che ci aiuterà a scoprire luci ed ombre di questa complessa e meravigliosa partitura (29 agosto ).
Una coppia di eccellenze della nostra regione Federico Toffano (violoncellista di fama internazionale con già all’attivo un prestigioso e sbalorditivo curriculum) e Roberto Loreggian (virtuoso del clavicembalo ospitato in alcuni tra i più prestigiosi festival internazionali nonché vincitore di numerosi premi) ci regaleranno poi un affascinante ritratto veneziano (30 agosto).
Attraverso le più belle arie del nostro melodramma e ad appuntamenti che animeranno il centro storico vicentino (27 agosto/1 e 2 settembre) entreremo in seguito nell’affascinante mondo della musica russa con uno spettacolo ospite che vedrà esibirsi al Teatro Olimpico due ballerini del teatro Bolshoi di Mosca, una grande Orchestra, l’attrice Stefania Carlesso ed il mezzosoprano Victoria Lyamina.
Dopo una pausa letteraria presso la Libreria Galla in compagnia della scrittrice Costanza Cavalli ed al suo “Fuoco Verde”, riprenderemo il nostro cammino musicale con il concerto “Contaminazioni barocche” in cui la vocalità ed il suono della chitarra e la vocalità creeranno un insolito e suggestivo connubio.
Dopo il momento clou delle due recite de L’Orfeo al Teatro Olimpico (6/7 settembre ) il Festival si trasferirà presso la meravigliosa cornice di Palazzo Leoni Montanari dove, entro il meraviglioso cortile, prenderanno vita due minuscoli frammenti del panorama teatrale musicale del ‘700 “La Dirindina” di D. Scarlatti e “La finta tedesca” di J.A.Hasse. Il Festival si chiuderà poi presso il Tempio di Santa Corona con l’esecuzione de “L’Estro armonico” di A. Vivaldi da parte del Conservatorio di Milano con il quale il Festival rinnova la tradizionale collaborazione.
Una ghirlanda di appuntamenti quantomai ricca e variopinta che riempirà di musica ed artisti il capoluogo vicentino. Aggiungiamo inoltre che i biglietti degli spettacoli che avranno luogo al Teatro Olimpico (“Leo Nucci canta Verdi” , “L’Orfeo” e “Russia tra favola e realtà “), a Palazzo Chiericati (“I volti di Van Gogh” , “Veneziani oltre laguna”) ed al Tempio di S. Corona (“L’Estro Armonico” Antonio Vivaldi”) sono già in vendita presso la biglietteria del Teatro Olimpico, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 17 tutti i giorni escluso il lunedì.
La quinta edizione del Festival Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi è un progetto organizzato ed ideato dall’associazione “Concetto Armonico” con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Region del Veneto e della Provincia di Vicenza, con il sostegno e l’ospitalità del Comune di Vicenza e delle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari.

PROGRAMMA 2017
26 agosto 2017 (Teatro Olimpico) ore 21
Leo Nucci Canta Verdi
27 agosto 2017 (Piazza delle Biade, al Bar alle Colonne) 18 – 20,30
All’ombra di San Marco
27 agosto 2017 (Oratorio di San Nicola) ore 21
Angelo Manzotti “Tanti affetti in tal momento” abbandoni, ire e sospiri nel teatro barocco
28 agosto 2017 (Palazzo Chiericati) ore 21
I volti di Van Gogh, musicista del colore – conferenza concerto
29 agosto 2017 (Palazzo Chiericati) ore 18,30
Dialogando su L’Orfeo di Monteverdi
30 agosto (Palazzo Chiericati) ore 21
Veneziani oltre laguna
1 settembre 2017 (Palazzo Trissino) ore 21
Melodramma a palazzo, dialogo musicale in Corso Palladio
2 settembre 2017 (Piazzetta Palladio) ore 18
Tra ‘800 e ‘900 viaggio musicale a cavallo dei due secoli
2 settembre 2017 (Teatro Olimpico) ore 21
Russia tra favola e realtà
(con le stelle dal Teatro Bolshoi di Mosca)
4 settembre 2017 (Libreria Galla 1880) ore 18
Fuoco Verde. Ildegarda di Bingen, donna del mistero
5 settembre 2017 (Oratorio di San Nicola) ore 21
Contaminazioni barocche
6 e 7 settembre 2017 (Teatro Olimpico) ore 21
L’Orfeo di Claudio Monteverdi
8 settembre 2017
(Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari ) ore 18
Finta Tedesca di J. A. Hasse e La Dirindina di D. Scarlatti
9 settembre 2017
(Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari) ore 17
Concerto degli allievi della master class del soprano Barbara Frittoli
9 settembre 2017 (Tempio di Santa Corona) ore 21
Antonio Vivaldi, L’Estro armonico

VICENZA COME SALISBURGO CON IL FESTIVAL DELLA LIRICA

Quinta edizione ricca di novità e grandi artisti
dal 26 agosto al 9 settembre

(Vicenza, 23 giugno 2017) Una città vive e cresce attraverso il contatto con il suo territorio, la sua storia e la sua tradizione artistico-culturale e quando riesce ad impostare un dialogo aperto e vivace con questi tre elementi senza far si che uno prevalga sull’altro ma instaurando uno scambia dialettico e stimolante, pone le basi per porsi come una città che guarda avanti, che crea ponti e che non si barrica dietro a muri. Quando alla scialba monocromia del monologo si sceglie il cromatismo del confronto si sta costruendo una strada nuova e proprio in questo senso va inteso ed interpretato il Festival “Vicenza in Lirica” giunto alla sua quinta edizione che, per desiderio stesso del suo fondatore Andrea Castello, vuole porsi e crescere come spazio aperto per il dialogo tra diverse tipologie di forme artistiche.

La città di Vicenza ospiterà dunque dal 26 agosto al 9 di settembre il Festival internazionale “Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi”, organizzato grazie al sostegno e patrocinio del Comune di Vicenza e all’ospitalità e al sostegno delle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari oltre al sostegno di numerosi sponsor privati particolarmente permeabili e sensibili al suo obiettivo.

Un format di festival lirico multidisciplinare che, abbinando diverse tipologie di corsi (alta formazione in canto lirico, perfezionamento e debutto per giovani artisti) a concerti, opere e conferenze, animerà attraverso la magica coesione tra suono, parola e gesto, alcuni tra i più importanti luoghi della città palladiana.

Tanto numerosi quanto prestigiosi saranno gli ospiti di questa quinta edizione che si aprirà sabato 26 agosto al Teatro Olimpico con un concerto del celebre baritono Leo Nucci, imperniato su alcune tra le più celebri arie del grande repertorio lirico verdiano ed al quale verrà consegnato il premio alla carriera “Vicenza in Lirica – Concetto Armonico” 2017.

Il Festival proseguirà poi con ugual livello ospitando il celebre soprano Barbara Frittoli, impegnata in una master class di canto lirico presso le Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, il soprano Gemma Bertagnolli, una delle interpreti italiane di riferimento per quanto riguarda il repertorio barocco, presente per uno speciale corso finalizzato al debutto in scena dei giovani cantanti ne “L’Orfeo” di Monteverdi e, non ultimo, il noto sopranista Angelo Manzotti che, oltre ad essere docente in una specifica master class per sopranisti e contraltisti, terrà un concerto presso l’Oratorio di San Nicola.

Molta attesa per la nuova produzione de “L’Orfeo” di Claudio Monteverdi in occasione dei 450 anni dalla nascita del grande compositore, in scena al Teatro Olimpico il 6 – 7 settembre e che, ispirandosi alla distruzione di Vicenza nella seconda Guerra Mondiale ed alla sua rinascita, presenterà un innovativo allestimento scenico basato sulle tecniche del video mapping, che garantendo l’assoluto rispetto del monumento, lo valorizzeranno in maniera emozionale ed empaticamente narrativo. Una scenografia forte e di grande impatto storico-artistico che attingerà potenza e significante dall’impianto stesso dello Scamozzi.

Fondamentale, in tutto il progetto teatrale, la collaborazione dell’editore Angelo Colla che ha messo a disposizione alcune opere di Neri Pozza e del Prof. Mauro Zocchetta che ha ideato la scenografia virtuale, realizzata poi da Zebra Mapping, azienda vicentina leader nell’illuminazione artistica ed in scenografie immersive dedicate alle performance dal vivo.

L’opera verrà concertata e diretta dal M° Francesco Erle, specialista nel settore della musica barocca alla guida della Schola San Rocco di Vicenza e vedrà sul palcoscenico un gruppo di giovani artisti selezionati dalla direzione artistica del Festival in specifiche audizioni a ruolo svoltesi nel mese di maggio.

Si proporranno inoltre venerdì 8 settembre nella suggestiva cornice del cortile delle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, due intermezzi: “La Finta Tedesca” di Johann Adolf Hasse e “La Dirindina” di Domenico Scarlatti interpretati da giovani solisti scelti dal concorso di canto lirico “Sarzana Opera Festival” e con la presenza degli archi dell’Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici diretti dal M° Gianluigi Dettori.

Il Festival presenterà poi, uno spettacolo ospite dal titolo “Russia tra favola e realtà” che si terrà al Teatro Olimpico sabato 2 settembre. Preziosi ospiti due primi ballerini del Teatro Bolshoi di Mosca che saranno impegnati, insieme ad altri artisti, in una performance completamente dedicata al grande repertorio russo.

A chiudere il Festival sabato 9 settembre tornerà il barocco con il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, alla sua terza presenza a Vicenza in Lirica, che presenterà al pubblico la nuova edizione critica de “L’Estro armonico” di Antonio Vivaldi.

Molti altri ancora saranno gli appuntamenti che arricchiranno la programmazione del Festival “Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi” che si snoderanno attraverso momenti di musica-aperitivo in alcuni tra i più suggestivi scorci della città, in raffinati dialoghi tra musica, prosa e arti figurative e naturalmente in concerti la cui direzione artistica è stata studiata e curata nei minimi dettagli dal giovane Andrea Castello, presidente dell’Associazione culturale Concetto Armonico che da marzo è anche presidente dell’associazione “Archivio storico Tullio Serafin”.

In questo ambito certamente da ricordare lunedì 28 agosto l’appuntamento “I volti di Van Gogh” a Palazzo Chiericati in attesa della grande mostra prevista presso la Basilica palladiana il prossimo autunno ed un singolare concerto che martedì 5 settembre proporrà una particolare contaminazione tra voce e chitarra.

Quindici giorni di autentica festa delle arti e per le arti dunque, che attraverso cortili, piazze e teatri, spazi creati per favorire l’incontro e lo scambio, potranno comunicare con il loro linguaggio più autentico e cogliere la sensibilità di chi vorrà goderne la particolare malia che una città come Vicenza, patrimonio culturale dell’Unesco, non potrà che veicolare attraverso tutta la sua storia.

 

Leo Nucci canta Verdi

Il grande baritono Leo Nucci festeggia i suoi 50 anni di carriera con uno spettacolo d’eccezione al Teatro Olimpico che inaugura la quinta edizione del festival Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi 2017.
Leo Nucci nelle sue celebri interpretazioni verdiane accompagnato dall’Italian Opera Chamber Ensemble.

Le prevendite sono disponibili nella sezione “Biglietteria online


Durante la serata sarà consegnato a Leo Nucci il premio alla carrieraVicenza in Lirica – Concetto Armonico” 2017.

Bando delle masterclass di Vicenza in Lirica 2017

 

Scarica il regolamento completo e la scheda d’iscrizione QUI

 

Regolamento delle masterclass di Vicenza in Lirica 2017

Art. 1 – Vicenza in Lirica.
L’associazione culturale Concetto Armonico organizza le masterclass di alto perfezionamento in canto lirico che si svolgeranno all’interno del programma del quinto Festival Internazionale “Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi”.
Più precisamente si svolgeranno le seguenti masterclass di canto lirico:
Dal 29 agosto al 2 settembre 2017 la masterclass rivolta a sopranisti e contraltisti con  Angelo Manzotti;
Dal 5 settembre al 9 settembre 2017 la masterclass in canto lirico con il soprano Barbara Frittoli.

Art. 2 – Sede e lezioni.
Le masterclass si svolgono grazie all’ospitalità delle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, Vicenza (Contra’ Santa Corona, 25). Ogni masterclass prevede la partecipazione del docente con l’accompagnamento di un cembalista la prima masterclass e del pianista M° Mzia Bakhtouridze la seconda masterclass.

Art. 3 – Ammissione.
Sono ammessi a partecipare cantanti di qualsiasi nazionalità e senza limiti di età, ma che abbiano in curriculum un minimo di cinque anni di studio di canto lirico. Potranno partecipare alle singole masterclass al massimo 10 allievi effettivi e al massimo 30 allievi uditori.

Art. 4 – Iscrizione.
La domanda d’iscrizione deve pervenire entro e non oltre il 6 agosto 2017.
L’iscrizione deve essere effettuata inviando la documentazione richiesta all’indirizzo e-mail info@concettoarmonico.it, oppure in forma cartacea all’indirizzo postale:
Concetto Armonico – associazione culturale | Via Egidio di Velo 133, 36100 Vicenza
Documentazione richiesta:
1. scheda d’iscrizione debitamente compilata e firmata (scaricabile dal sito internet www.vicenzainlirica.it oppure www.concettoarmonico.it );
2. breve Curriculum Vitae (stampato o in formato .doc/.rtf/.pdf);
3. copia del documento d’identità (fotocopia o in formato .jpeg/.gif/.png).
Le domande che dovessero pervenire incomplete o senza firma non verranno prese in considerazione.
L’associazione Concetto Armonico invierà mail di conferma per la disponibilità dei posti e i cantanti potranno perfezionare l’iscrizione con il versamento della quota d’iscrizione come indicato al successivo punto.
Art. 5 – Modalità di pagamento.
La quota d’iscrizione alla masterclass è di € 80,00 (ottanta Euro) comprensivi di tessera associativa a Concetto Armonico. Chi fosse già in possesso della tessera associativa (non ancora scaduta in data delle masterclass), verserà solamente € 55,00 euro tramite bonifico bancario intestato a:
CONCETTO ARMONICO – ASSOCIAZIONE CULTURALE
BCC CENTROVENETO, Filiale di Vicenza
IBAN: IT60 O085 9011 8000 0008 1026 140
BIC: ICRAITRRGE0
Causale: quota iscrizione masterclass Vicenza in Lirica 2017.
Tale quota non è rimborsabile in caso di rinuncia del partecipante.

La quota di frequenza per allievi effettivi è di € 270,00 (duecentosettanta Euro) per ogni singola masterclass.
La quota di frequenza degli allievi uditori è di € 50,00 (cinquanta Euro) per ogni singola masterclass. Gli iscritti dovranno perfezionare il saldo della quota di frequenza in loco alla segreteria dell’associazione.

Gli allievi effettivi che intendono frequentare entrambe le masterclass pagheranno solamente una volta la quota d’iscrizione di € 80.00 e riceveranno uno sconto di € 100,00 totali sul prezzo previsto.

Art. 6 – Frequenza.
Le lezioni si svolgono presso le Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, attenendosi agli orari stabiliti dai docenti. Gli allievi hanno l’obbligo di frequenza di almeno l’80% delle ore totali di lezione. Nel caso in cui l’allievo non frequenti l’80% delle ore totali non riceverà l’attestato finale.

Art. 7 – Convenzioni/Agevolazioni.
Gli allievi che partecipano alle masterclass potranno usufruire di agevolazioni per quanto riguarda il vitto ed alloggio nella città di Vicenza. Tali convenzioni ed agevolazioni verranno comunicate agli allievi iscritti con apposita e-mail. Gli allievi riceveranno anche particolari convenzioni per partecipare alle attività serali previste dal festival.

Art. 8 – Annullamento.
L’organizzazione si riserva la facoltà di annullare la masterclass qualora non si presentasse il numero sufficiente di partecipanti o qualora cause indipendenti dalla propria volontà ne impediscano il regolare svolgimento. In questi casi agli iscritti verrà rimborsata la quota d’iscrizione .

Art. 9 – Concerto finale.
Gli allievi effettivi che siano pronti ad esibirsi in pubblico (l’insegnante e la direzione artistica valuteranno attentamente il grado di preparazione dell’allievo), parteciperanno al concerto finale che si terrà l’ultimo giorno di ogni singola masterclass nel Salone d’Apollo delle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari. Gli allievi effettivi che parteciperanno al concerto non riceveranno alcun compenso o rimborso spese per la prestazione. L’allievo prescelto dovrà assicurare la propria presenza al concerto, senza eccezioni di sorta. L’attestato di partecipazione verrà consegnato a tutti gli allievi alla conclusione del concerto finale della singola masterclass.

Art. 10 – Altre attività e concerti.
Durante le masterclass verranno selezionati alcuni cantanti per i concerti che l’associazione Concetto Armonico eseguirà nel 2017/2018 a Vienna, Roma, Vicenza ed altre città che confermeranno la loro collaborazione.

Art. 11 – Allievi uditori.
Hanno l’obbligo di frequenza dell’80% delle ore totali per ricevere l’attestato di frequenza. Possono intervenire con discrezione alla masterclass porgendo domande al Maestro nei momenti consentiti.

Art. 12 – Riprese di immagini, audio e video.
Effettuando l’iscrizione, il partecipante a Vicenza in Lirica dà il proprio consenso per riprese e trasmissioni radiofoniche e televisive, per riprese di immagini come pure su nastri audio e video realizzate nell’ambito delle lezioni, delle prove, dei concerti e delle recite operistiche, eseguite dall’organizzatore stesso o da persone o istituzioni incaricate. In particolare, il partecipante cede all’organizzazione tutti i diritti delle riprese d’immagine, sonore e video per qualsiasi utilizzo in relazione all’evento. L’organizzazione si riserva il diritto di utilizzare immagini, registrazioni audio e video per la promozione in relazione al presente evento o a futuri eventi oppure di pubblicare le registrazioni sonore e video a scopo dimostrativo e promozionale.

Art. 13 – Conclusioni finali.
Gli organizzatori declinano ogni responsabilità da rischi e danni di qualsiasi natura a persone, cose o altro che dovessero derivare agli allievi durante lo svolgimento delle lezioni. L’iscrizione alla masterclass comporta l’accettazione incondizionata al presente regolamento di ammissione.
Vale la versione in Italiano del presente bando.