Archivi dei tag: Alberto Maron

La Venezia del Settecento

Concerto organizzato da Concetto Armonico con il patrocinio e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cavarzere

Sabato 23 marzo al Teatro “Tullio Serafin” di Cavarzere
splenderà “La Venezia del Settecento”:
grande lirica su musiche di Vivaldi, Galuppi, Porpora e Lotti

Illuminato dallo splendore di abiti barocchi, fra broccati preziosi ed elaborate acconciature, il Teatro “Tullio Serafin” di Cavarzere in provincia di Venezia, ospiterà sabato 23 marzo, alle 21, il concerto lirico La Venezia del Settecento, evento promosso dall’associazione Concetto Armonico, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune e l’Archivio storico Tullio Serafin e con il patrocinio dell’Università Popolare di Cavarzere, sotto la direzione artistica di Andrea Castello.
Guidato dalle note di Antonio Vivaldi, Baldassare Galuppi, Antonio Lotti e Nicola Porpora, tra i compositori più attivi nella Venezia del XVIII secolo, il pubblico avrà l’occasione di rivivere il respiro di quell’epoca fertile e affascinante, nella quale la Serenissima, nonostante i profondi cambiamenti politici e sociali in atto, continuava ad essere il cuore pulsante della grande musica italiana ed europea.

Un fascino senza tempo, il suo, che al “Serafin” di Cavarzere sarà confermato dal celebre controtenore Angelo Manzotti, affiancato per l’occasione da due giovani voci, scoperte durante il festival Vicenza in Lirica 2018: il contralto Maria Elena Pepi e il basso Michele Perrella. Gli artisti verranno accompagnati dall’applaudito Ensemble barocco Vicenza in Lirica, composto da Chiara Arzenton e Franz Sebastiano (violini), Filippo Berga (viola), Edvige Forlanelli (violoncello) e Alberto Maron (concertatore al cembalo).

Per quanto riguarda Vivaldi, il programma della serata prevede due brani per solo ensemble strumentale (Sinfonia Rv 168 si minore e Concerto per archi Rv 2113 do maggiore) e sette brani per voce solista ed ensemble, tratti dalle opere Orlando furioso, La fida ninfa, Tito Manlio, Juditha triumphans, Giustino e L’Olimpiade. Di Galuppi, invece, saranno eseguiti il Concerto in sol minore (per ensemble solo) e Già che morir degg’io da Antigona, mentre un assaggio della produzione musicale di Porpora, napoletano di nascita ma attivissimo a Venezia, verrà da Come all’amiche arene dell’opera Semiramide.
Quattro, infine, i brani di Lotti estratti dall’opera Polidoro, riscoperta lo scorso anno dal festival Vicenza in Lirica. La produzione dell’opera è stata firmata da Concetto Armonico con la direzione artistica di Andrea Castello, che ne ha proposto un raffinato allestimento al Teatro Olimpico, in prima mondiale in tempi moderni, con grande successo di pubblico e pieno apprezzamento da parte della critica italiana e internazionale. Direttamente dalla produzione vicentina e vestiti con i sontuosi abiti di scena firmati da Giampaolo Tirelli, i solisti Perrella e Pepi proporranno le arie Spera che la speranza, Ecco le orribili, Non vuol sangue e Costanza mio core, brano per il quale la voce del contralto si unirà a quella del controtenore Manzotti. L’opera vanta la revisione musicale curata dai Maestri Francesco Erle e Franco Rossi, che del repertorio barocco sono tra i massimi esperti in Veneto.
Alla serata parteciperanno inoltre i Patrizi Veneti, associazione padovana che rievoca l’ambientazione del Settecento, attraverso sontuosi costumi d’epoca ed un balletto del tempo.
Grazie a questo primo evento musicale, Andrea Castello ritorna nella sua città natale dopo tre anni di assenza: «Sono molto emozionato – dichiara – e ringrazio quanti hanno dimostrato interesse, in questo periodo, per la mia attività di direttore artistico. Con Cavarzere devo solo consolidare un “ponte” che esiste da sempre: la cultura è dialogo, è importante capirlo; è una linfa di vita e bellezza, che va sostenuta e non fermata».

Biglietti interi 10 euro, ridotti 8 (over 65, under 30 e Università popolare). Prenotazioni: Concetto Armonico (349 6209712, info@concettoarmonico.it), Ufficio Cultura del Comune di Cavarzere (0426 317190, dal lunedì al venerdì al mattino), biglietteria del Teatro “Tullio Serafin” (dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30 il venerdì e il sabato).

Il Natale di Vicenza in Lirica

Anche quest’anno il Festival dell’associazione vicentina“Concetto Armonico – Vicenza in Lirica” vuole rendere omaggio alla città porgendo gli auguri di Natale attraverso due appuntamenti musicali che vedono impegnati artisti di fama Internazionale e Patrocinati dal Comune di Vicenza. Il Festival “Vicenza in Lirica”, tra i più attesi nella città Palladiana per il repertorio ricercato e gli ospiti di caratura mondiale, da ormai cinque anni ha la capacità di attirare pubblico e critica per quella rara commistione di semplicità e professionalità che caratterizza le sue scelte attraverso le quali propone eventi vari ed eterogenei offrendo soprattutto a giovani artisti di debuttare, affiancandoli a nomi di prestigio del panorama lirico internazionale.
Il primo appuntamento di questo particolare Natale sarà in data sabato 23 dicembre alle ore 16,30 presso la Chiesa di San Gaetano in Corso Palladio ed il secondo venerdì 5 gennaio alle ore 20,45 presso il Santuario di Monte Berico. Un concerto dal clima suggestivo, essendo ormai a ridosso della notte santa, interpretato da artisti che anche grazie al festival Vicenza in Lirica, hanno trovato un trampolino di lancio in altre grandi istituzioni nazionali ed internazionali. Gli artisti coinvolti per l’evento saranno: il soprano Ilenia Tosatto presente nella programmazione del festival negli anni 2015 e 2016 (che sostituisce il contralto Valeria Girardello impossibilitata a partecipare al concerto), il soprano Giulia Bolcato (protagonista nei ruoli di Musica ed Euridice nell’Orfeo di Monteverdi andato in scena lo scorso 6 e 7 settembre al Teatro Olimpico), Gianluca Geremia alla tiorba ed al clavicembalo Alberto Maron, ormai consolidato artista da tre anni del festival, oltre che sicura promessa nel campo musicale Internazionale.
Artisti vicentini, ma richiesti ormai frequentemente anche fuori le mura cittadine e proprio questo è uno dei tanti obiettivi di Andrea Castello, presidente di Concetto Armonico: “mettere in risalto e dare offerta alle forze artistiche locali, in aggiunta agli altri grandi interpreti nazionali ed Internazionali che il Festival ospita in città ogni fine estate.
Il repertorio musicale proposto per il concerto del 23 dicembre è di musica barocca, in linea con il tema dominante delle ultime edizioni del Festival . Un concerto nel quale il pubblico potrà ascoltare musiche di Claudio Monteverdi e Giovanni Legrenzi, compositori del XVII secolo entrambi morti a Venezia. Un programma raro e raffinato e non di consueto ascolto, che grazie alle sue meravigliose melodie ci trasporterà nel clima natalizio della Vigilia, grazie anche alle parole di Padre Pasquale che per la Chiesa di San Gaetano e per Vicenza è sempre stato un dono di luce e di crescita.
Andrea Castello, presidente dell’associazione “Concetto Armonico” e dell’Archivio storico Tullio Serafin, vuole ringraziare con questi due appuntamenti non solo la città di Vicenza ed il pubblico che sempre numeroso partecipa alla programmazione, ma anche l’Amministrazione Comunale che in questi cinque anni si è sempre dimostrata entusiasta nel far crescere il Festival nella persone del Sindaco Achille Variati e del Vice Sindaco Jacopo Bulgarini D’Elci. Un ringraziamento particolare va alla Sig.ra Elena Milan, coordinatrice delle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, tra le prime a credere e a sostenere il Festival. Grazie a tutti gli sponsor, media partner, collaborazioni, che da sempre sostengono la manifestazione, così come all’impegno ed alla sensibilità di Paolo Caoduro, socio benemerito di Concetto Armonico. Grazie ai giornalisti, alle tv locali e nazionali, a tutto il personale dell’assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza, oltre che al  personale e ai tecnici del Teatro Olimpico e Palazzo Chiericati. Un particolare ringraziamento al neo eletto Socio Onorario Sara Mingardo, contralto di fama mondiale che con l’Associazione Concetto Armonico ha iniziato a far parte della comunità di artisti Vicentini grazie alla cerimonia svoltasi lo scorso 14 dicembre presso il salone d’Onore di Palazzo Chiericati, alla presenza di un pubblico commosso. Grazie a Padre Giuseppe Zaupa frate di Monte Berico, che da 8 anni ospita il tradizionale concerto di Natale. Grazie a tutti i soci di Concetto Armonico. Un grazie che Castello estende a tutti senza distinzione: fare musica insieme equivale ad abbattere muri e creare ponti, utili a dare un’ulteriore immagine nobile della nostra città, società, territorio e fare musica significa anche incoraggiare i giovani, spesso demotivati anche da situazioni di conflitto interiore, a ritrovare se stessi attraverso un percorso artistico che, crescendo con loro, può donare motivazione , audacia e coraggio. Questo è il vero obiettivo ultimo del Festival : creare bellezza e collaborazione attraverso un dialogo sempre aperto e vivo. L’ingresso al concerto è libero.

Informazioni:
info@concettoarmonico.it
cell.: 3496209712