Comunicato stampa

Dimore in Lirica
VENERDÌ 24 LUGLIO ORE 21
Villa Valmarana Bressan
Vigardolo di Monticello Conte Otto

SUONI PALLADIANI

ENSEMBLE BAROCCO DEL FESTIVAL VICENZA IN LIRICA
CECILIA ZANOTTO, violino
FEDERICO TOFFANO, violoncello
CARLO STENO ROSSI, concertatore al cembalo

DANILO PASTORE, controtenore
MARIA ELENA PEPI, mezzosoprano

Vicenza. Con un finale all’altezza del titolo della rassegna, venerdì 24 luglio alle 21 il progetto Dimore in Lirica si chiude con il concerto “Suoni palladiani” che si terrà in una sede da sogno, la Villa Valmarana Bressan a Vigardolo di Monticello Conte Otto, uno dei capolavori patrimonio dell’umanità dell’Unesco assieme alle altre ville palladiane del Veneto. Dimore in Lirica saluta così il suo pubblico, dando appuntamento all’inaugurazione del Festival Vicenza in Lirica, il prossimo 29 agosto al Teatro Olimpico.

Il concerto a Villa Valmarana Bressan è stato affidato al controtenore Danilo Pastore e al mezzosoprano Maria Elena Pepi, entrambi hanno esordito al festival del 2018 nell’opera Polidoro di Antonio Lotti, eseguita in prima assoluta in epoca contemporanea al Teatro Olimpico, su nuova revisione curata dai maestri Francesco Erle e Franco Rossi.  Ad accompagnare le due giovani voci, l’Ensemble barocco del Festival Vicenza in Lirica, concertato al clavicembalo da Carlo Steno Rossi. In programma musiche di Lotti, Haendel e Vivaldi. I due protagonisti solisti indosseranno i costumi di Giampaolo Tirelli, confezionati proprio per il Polidoro: Maria Elena Pepi vestirà il costume di Andromaca e Danilo Pastore quello di Deifilio. La serata avrà anche un prestigioso ospite, il sopranista Angelo Manzotti.

Dalle ore 20,30 e fino all’inizio del concerto è possibile effettuare la visita guidata ai granai della villa.

Dimore in Lirica ha raggiunto il suo scopo, quello di preparare il clima giusto per il Festival di fine estate e, insieme, di raccogliere fondi da destinare a borse di studio per giovani cantanti lirici  che hanno partecipato alle edizioni passate del festival. Durante il lockdown, tutta Vicenza in Lirica e soprattutto il direttore artistico Andrea Castello si sono impegnati per il sostegno dei giovani cantanti lirici che si sono visti cancellare gli impegni musicali a causa della pandemia. Per loro, appena è stato possibile, sono stati organizzati i concerti di Dimore in Lirica, contando sulla partecipazione e il sostegno dei vicentini più sensibili.

Perciò Vicenza in Lirica e l’associazione Concetto Armonico che la produce ringraziano il pubblico, i nuovi sostenitori e i giovani artisti che hanno creduto e continuano a credere in questo “vivaio” oramai conosciuto e apprezzato dal mondo internazionale della lirica.

Per partecipare al concerto è obbligatoria la prenotazione nominativa chiamando il numero 349 6209 712 o scrivendo un’email a info@concettoarmonico.it  

Ingresso euro 15, a sostegno delle borse di studio per giovani cantanti lirici.

Il biglietto d’ingresso è valido come voucher di 10 euro per uno spettacolo del festival Vicenza in Lirica 2020, al Teatro Olimpico dal 29 agosto all’8 settembre.

L’accesso è riservato ad un massimo di 45 persone, per la sicurezza delle quali saranno adottate tutte le misure di prevenzione in vigore.

Dimore in Lirica 2020 si avvale della collaborazione di Confartigianato Imprese Vicenza e del patrocinio del Comune di Vicenza. Il concerto Suoni Palladiani si svolge anche con il patrocinio del Comune di Monticello Conte Otto, la collaborazione del Gruppo arte e della Pro Loco di Monticello Conte Otto, la collaborazione di Massimiliano Rossato di Villa Valmarana Bressan.

Altre informazioni qui:
www.concettoarmonico.it  
www.vicenzainlirica.it