IlGiornalediVicenza.it  – 04/01/2012

MUSICA. Eseguito di recente a Vienna, il concerto sarà proposto anche a Imperia e a Genova
Domani a Monte Berico con il “Concetto Armonico”

Zoom Foto
Il compositore Camille Saint-Saëns all’organo in età avanzata

di Eva Purelli

L’Oratorio di Natale op.12 è il primo dei quattro scritti da Camille Saint-Saëns , poco dopo essere stato nominato titolare del Grande Organo della Madeleine. Composto a 23 anni nel 1858, è per un coro di quattro voci miste, quintetto di voci soliste, quintetto d’archi, arpa e organo. I testi sono tratti dalla Liturgia latina del Natale, dai Salmi, da Isaia e dai Vangeli secondo Matteo e Giovanni e che interpretano il mistero di Natale sul piano profetico e teologico.
Si potrà ascoltare l’Oratorio di Natale di Saint-Saëns a Vicenza, domani alle 20.45 nella Basilica di Monte Berico. Protagonisti il soprano Stefania Bellamio, il mezzosoprano Serena Lazzarini, il contralto Antonella Casarotto, il tenore Giovanni Gregnanin ed il baritono vicentino Andrea Castello. È proprio lui il direttore artistico del Concerto di Natale alla Città del Vaticano e l’organizzatore di questo Concerto a Monte Berico, reso possibile anche grazie alla disponibilità del responsabile della Basilica vicentina, padre Zaupa.
Castello promuove il concerto con la neonata associazione culturale “Concetto Armonico”, che avrà la sua presentazione ufficiale sabato 14 gennaio alle 21 al teatro “Tullio Serafin” di Cavarzere (Venezia) con madrine il soprano Daniela Dessì e l’attrice Simona Marchini.
Assieme al quintetto di voci soliste si esibiranno a Monte Berico anche due cori uniti: il “La Rocca” di Altavilla Vicentina e il Rottanova e Cona; la parte strumentale è affidata all’ensemble “Concetto Armonico”, direttore il pianista Gerardo Felisatti.
Il concerto giunge a Vicenza dopo una breve tournée dell’ensemble e dei cantanti che ha toccato la prestigiosa sede del Castello di Schönbrunn a Vienna e, dopo la tappa vicentina, sarà il 7 gennaio ad Imperia e l’8 a Genova. L’occasione per ascoltare questa pagina scara francese dà anche modo di compiere una buona azione: il concerto è infatti a scopo benefico, poiché musicisti e cantanti sostengono l’impegno che l’associazione “Concetto Armonico” ha con la regione Peruviana di Apurimac. Le offerte raccolte in occasione del concerto di domani sera saranno perciò devolute all’associaizone “Apurimac Onlus”, aiutando così una Missione dei Padri Agostiniani che opera sulle Ande a 4mila metri di altezza.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.