Con il sostegno dell’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza

L’associazione Concetto Armonico, con il festival Vicenza in Lirica e l’Archivio Storico Tullio Serafin, e con il sostegno dell’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza, ha aperto un bando indirizzato a sostenere i giovani cantanti lirici permettendo loro di ricevere in regalo per Natale uno spartito canto-piano, utile allo studio. È un altro gesto che dimostra la grande sensibilità dell’associazione verso gli artisti più giovani tra i più penalizzati dall’attuale pandemia.

Possono richiedere lo spartito i cantanti lirici di età compresa tra i 20 e i 28 anni, compilando una semplice scheda che si può agilmente scaricare sul sito del festival Vicenza in Lirica, Concetto Armonico e Archivio storico Tullio Serafin, allegando i documenti richiesti e dichiarando di non aver ricevuto alcun sostegno economico da parte del Mibact (da febbraio ad oggi) e di non avere un pre-contratto o un contratto in essere con qualsiasi istituzione musicale.

L’associazione pagherà all’artista lo spartito canto-piano facendolo arrivare direttamente nella sua casa. Per far fronte a questo “regalo di Natale” le Associazioni chiedono anche la sensibile generosità di coloro che desiderano sostenere la cultura e la musica devolvendo una quota minima di 22 euro sul conto corrente bancario intestato a Concetto Armonico con causale “uno spartito per Natale – elargizione liberale. IBAN IT60O 0859 0118 0000 0081 026 140.

“I giovani hanno bisogno di sostegno in un momento in cui costruirsi un futuro è difficile e mette paura, più del solito – dichiara l‘assessore alla cultura Simona Siotto -. L’iniziativa, che è un vero e proprio progetto, non solo dà fiducia ai giovani, ma consentirà alla città di godere di un concerto. Infatti i ragazzi che riceveranno lo spartito saranno invitati ad esibirsi per la città, appena sarà possibile”.

“Ricordiamoci che per circa il 75% dei giovani cantanti lirici (e non solo) il teatro non è mai ripartito, è ancora chiuso, a parte qualche coraggioso festival o iniziativa proposta durante l’estate quando il virus sembrava sconfitto e la normalità un rituale da applicare anche in autunno – afferma Andrea Castello, direttore artistico del Festival vicentino e presidente dell’Archivio storico Tullio Serafin -. Dai grandi teatri che si stanno adattando, spero momentaneamente, allo streaming, questi giovani artisti sono spesso esclusi, proprio perché all’inizio della carriera o perchè non rappresentati da nessuna agenzia o ufficio stampa. Non avendo una Partita Iva, non avendo un pre-contratto o un contratto, la maggior parte di loro è stata esclusa da qualsiasi sostegno economico. Noi nel nostro piccolo, non vogliamo che questi artisti talentuosi perdano la speranza di iniziare una vera e propria carriera”.

Per ora verranno accolte le prime 20 domande da parte dei giovani cantanti lirici, ma confidiamo nella generosità di chi vuole sostenere la cultura per estendere il regalo ad un maggior numero di giovani artisti.

Informazioni:
https://concettoarmonico.it/
https://www.vicenzainlirica.it/
https://www.archiviostoricotullioserafin.it/

Comunicato stampa