Announced the cast of “Petite Messe Solennelle” by Gioachino Rossini that opens the 7th edition of the festival “Vicenza in Lirica”

A top level cast for the opening concert of the festival “Vicenza in Lirica”, to be held from August the 31st to September the 15th. Protagonists Rossini, Galuppi, Orlandini and Donizetti.

Announced the cast of “Petite Messe Solennelle” by Gioachino Rossini that opens the 7th edition of the festival “Vicenza in Lirica”: soloists are Frittoli, Mingardo, Costanzo and Giangregorio with the Schola San Rocco choir and Maestro Michele Campanella music director and conductor at the piano

A top level cast for the opening night of the 7th edition of the Festival “Vicenza in Lirica”, August the 31st at 9 pm in the Teatro Olimpico in Vicenza, with the execution of the famous “Petite Messe Solennelle” by Gioachino Rossini. The inaugural concert of the remarkable opera festival ending on Semptember the 15th sees on the stage of the Palladian treasure soprano Barbara Frittoli, alto Sara Mingardo, tenor Vincenzo Costanzo and bass Davide Giangregorio, together with the Schola San Rocco conducted by Maestro Francesco Erle; the precious Rossinian composition will be conducted and directed by Maestro Michele Campanella as first piano, with Monica Leone at the second piano and Silvio Celeghin at the harmonium.
Once again, the artistic direction aims to the great opera names who, supporting the festival, elevate its international prestige, leaving a mark in the annals of the executions in the Teatro Olimpico.
It promises to be an excellent opening for the festival that keeps on focusing on the high quality of the musical sphere, with special attention to young talents to whom the event devotes educational moments and the rare opportunity to debut on a unique stage, for its history and value, as the stage of the Teatro Olimpico in Vicenza is.

«The “Petite Messe Sollennelle” – highlights the artistic director Andrea Castello – is a tribute we wish to pay to Rossini after the many celebrations during the year 2018, commemorative of the 150 years from his demise: a way to remember that an authentic music genius should be always honoured, apart from anniversaries.»

It is going to be an enchanting music page, enhanced – thanks to Vicenza in Lirica – by stars of the opera musical firmament as the soprano Barbara Frittoli and contralto Sara Mingardo: voices among the most acclaimed for their refined technique and extraordinary interpretation skills. Equally eagerly awaited the presence of Maestro Michele Campanella, orchestra director and pianist celebrated around the globe, a virtuoso in the international scene who is going to conduct the “Petite Messe Solennelle” about which Rossini himself wrote: «Dear God, here it is finished, this poor little Mass. Have I written sacred music or rather damned music? I was born for opera buffa, as you well know! A little science, a little heart, that’s all. Be blessed, then, and admit me to Paradise.»

About the remainder of the program, three clou titles have been unveiled – La Diavolessa by Galuppi, L’elisir d’amore by Donizetti and Bacocco and Serpilla by Orlandini – but anything else will have to wait for the official launch, set for mid-May: «I can only say – states the artistic director – that Baroque is always in our hearts and that we firmly believe that Vicenza is the ideal theater-town for this genre, and always will be. We were proved quite right by the executions of “Orpheus and Eurydice” by Gluck in 2015 and “Orfeo” by Monteverdi in 2017, back in the Teatro Olimpico thanks to our festival after the recital by La Scala in 1960, and “Polidoro” by Lotti, world premiere in modern times during the last edition of the Festival. We are also going to have important guests, masterclasses, recitals, concerts, workshops and lectures, for a program as shiny as gold, common thread of this seventh edition.»

Tickets already available online on Vivaticket and soon at the ticket office of Concetto Armonico. Info and booking: info@concettoarmonico.it. More info on www.vicenzainlirica.it

Annunciato il cast della “Petite Messe Solennelle” di Gioachino Rossini che inaugurerà il 7° Festival “Vicenza in Lirica”

Un cast di altissimo livello per il concerto di apertura del festival “Vicenza in Lirica” in programma dal 31 agosto al 15 settembre. Protagonisti Rossini, Galuppi, Orlandini e Donizetti

Annunciato il cast della “Petite Messe Solennelle” di Gioachino Rossini
che inaugurerà il 7° Festival “Vicenza in Lirica”: solisti Frittoli, Mingardo, Costanzo e Giangregorio con la Schola San Rocco
Il Maestro Michele Campanella concertatore e direttore al pianoforte

Sarà un cast di altissimo livello ad aprire al Teatro Olimpico, sabato 31 agosto alle 21, la settima edizione del Festival “Vicenza in Lirica”, con l’esecuzione della celebre “Petite Messe Solennelle” di Gioachino Rossini. L’evento inaugurale della grande manifestazione musicale, che si concluderà il 15 settembre, vedrà infatti esibirsi sul palcoscenico del gioiello palladiano il soprano Barbara Frittoli, il contralto Sara Mingardo, il tenore Vincenzo Costanzo e il basso Davide Giangregorio insieme alla Schola San Rocco diretta dal Maestro Francesco Erle; la preziosa composizione rossiniana sarà diretta e concertata dal Maestro Michele Campanella al primo pianoforte, con Monica Leone al secondo pianoforte e Silvio Celeghin all’harmonium.
Ancora una volta la direzione artistica punta ai grandi nomi della lirica che, sensibili al festival, ne portano sempre più in alto il prestigio a livello Internazionale, lasciando così il segno negli annali delle esecuzioni musicali al Teatro Olimpico.
Si preannuncia quindi un grande inizio per un festival che si concentrerà, come sempre, sull’alta qualità nel versante musicale, con una particolare attenzione riservata ai giovani talenti, ai quali la manifestazione dedica sia occasioni formative di ottimo livello, sia la rara possibilità di debuttare su un palcoscenico unico al mondo, per storia e prestigio, quale quello dell’Olimpico di Vicenza.
«La Petite Messe Solennelle – sottolinea il direttore artistico Andrea Castello – è un omaggio che abbiamo voluto rendere a Rossini dopo le tante celebrazioni del 2018, quando ne ricorrevano i 150 anni dalla morte: un modo per ricordare come un autentico genio della musica vada celebrato sempre, al di là degli anniversari».
Si tratta di una pagina musicale incantevole, che verrà ulteriormente esaltata, grazie a Vicenza in Lirica, dall’arrivo all’Olimpico di stelle di prima grandezza come il soprano Barbara Frittoli e il contralto Sara Mingardo: voci tra le più acclamate della scena lirica per la raffinata tecnica e le straordinarie doti interpretative. Altrettanto grande l’attesa per la presenza del Maestro Michele Campanella, direttore d’orchestra e pianista celebrato in tutto il mondo, tra i maggiori virtuosi della scena internazionale, che per il festival guiderà quella “Petite Messe Solennelle” della quale lo stesso Rossini scrisse: «Buon Dio, eccola terminata questa umile piccola Messa. È musica benedetta quella che ho appena fatto, o è solo della benedetta musica? Ero nato per l’opera buffa, lo sai bene! Poca scienza, un poco di cuore, tutto qua. Sii dunque benedetto e concedimi il Paradiso».
Quanto al resto del programma, i titoli di tre degli appuntamenti clou sono stati annunciati – La Diavolessa di Galuppi, L’elisir d’amore di Donizetti e Bacocco e Serpilla di Orlandini – ma per il resto occorrerà attendere la presentazione ufficiale fissata per la seconda metà di maggio: «Posso solo dire – dichiara il direttore artistico – che abbiamo sempre il barocco nel cuore, convinti che Vicenza sia una città-teatro ideale per questo tipo di repertorio, e così continuerà ad essere. Ci hanno dato ragione le esecuzioni dell’“Orfeo ed Euridice” di Gluck nel 2015 e “L’Orfeo” di Monteverdi nel 2017, tornato all’Olimpico grazie al nostro festival dopo le recita della Scala nel 1960, oltre al “Polidoro” di Lotti in prima esecuzione assoluta nella scorsa edizione. Ma avremo anche grandi ospiti, masterclass, recital, concerti, workshop e conferenze, per un programma davvero scintillante come l’oro, filo conduttore di questa edizione».
I biglietti sono già in vendita on-line nel circuito Vivaticket e prossimamente alla biglietteria di Concetto Armonico.
Per informazioni e prenotazioni: Concetto Armonico 3496209712 – info@concettoarmonico.it. Altre informazioni si possono trovare nel sito www.vicenzainlirica.it

Passio secundum Joannem di Teodoro Clinio a Vicenza

Una rara pagina di polifonia dedicata alla Pasqua. Intanto si organizzano il Concorso lirico internazionale “Tullio Serafin” e la nuova edizione del Festival “Vicenza in Lirica”

Concetto Armonico: “Passio secundum Joannem” di Teodoro Clinio (1584-1602) sabato 13 aprile a Vicenza con le corali I Cantori di Santomio e Progetto Musica

Proseguono i concerti in vista della Santa Pasqua organizzati da Concetto Armonico e Festival “Vicenza in Lirica”, con la direzione artistica di Andrea Castello. Protagonisti dell’appuntamento di sabato 13 aprile, alle 20.45 nella chiesa dei Servi a Vicenza, con ingresso libero, saranno due gruppi corali di eccellenza del Vicentino quali I Cantori di Santomio, diretti da Nicola Sella, e il Coro Polifonico Progetto Musica di Valdagno, diretto da Claudio Ferro, impegnati nell’esecuzione del “Passio secundum Joannem” di Teodoro Clinio (1584-1602), rara pagina della polifonia del ‘500.

Un Narratore (parte affidata a Nicola Sella) legherà i brani del “Passio” con momenti di canto gregoriano. Il ruolo di Cristo (Vox Domini) sarà affidato ad un terzetto composto dal contralto Fiorella Voltolini, dal tenore Claudio Ferro e dal basso Valter Voltolini, affiancati da un piccolo gruppo di coristi ad interpretare Giuda, Pilato e i Sacerdoti, mentre la folla che condanna a morte Gesù avrà la voce dell’intero coro. Alcuni mottetti di Francesco Corteccia (1502-1571), Antonio Lotti (1667-1740), Tomàs Luis de Victoria (1548-1611) e Orlando di Lasso (1532-1594) segneranno i momenti centrali della Passione di Cristo.

Una prova di alto impegno per le due formazioni vicentine, che vantano lunga esperienza concertistica, e un ulteriore omaggio al pubblico offerto da Concetto Armonico e dal Festival “Vicenza in Lirica” che sabato 20 aprile, nella chiesa di San Rocco a Vicenza, riproporranno lo “Stabat Mater” di Pergolesi, applaudito lo scorso fine settimana ad Arsié (Belluno) e a Lonigo: ne saranno protagonisti il soprano Giulia Bolcato, il contralto Maria Elena Pepi e l’Ensemble Barocco “Vicenza in Lirica”, con la direzione al cembalo di Alberto Maron.

Un periodo di grande attività, questo, per Concetto Armonico e Festival “Vicenza in Lirica”: «Dopo la trasferta dei giorni scorsi con I Cantori di Santomio nella Città del Vaticano e accanto a questi concerti del periodo pasquale, stiamo lavorando alla nuova edizione del festival, che vedrà come produzione 2019 la messa in scena dell’opera comica “La diavolessa” di Galuppi su libretto di Goldoni; a giugno, inoltre, avremo il “Concorso lirico internazionale Tullio Serafin” a Cavarzere, nel Veneziano, dove il Maestro nacque e dove verranno scelti i protagonisti de “L’elisir d’amore” di Donizetti, seconda opera di questa edizione di “Vicenza in Lirica”. Insomma, grazie a questi e ad altri appuntamenti in via di definizione, la nuova edizione del festival sarà luccicante come l’oro, che abbiamo scelto quale filo conduttore, con un occhio di riguardo all’opera comica e sempre all’insegna della più alta qualità».

Audizioni a ruolo per l’opera “La diavolessa” di Galuppi e “Bacocco e Serpilla” di Orlandini

SCARICA IL BANDO IN PDF CON LA SCHEDA DI ISCRIZIONE

Premessa

L’associazione “Concetto Armonico”, promotrice del settimo Festival Internazionale “Vicenza in Lirica” 2019, in collaborazione con l’associazione “Barocco Europeo di Sacile (PN), indice le audizioni a ruolo per:

  • Corso di perfezionamento e debutto in scena nell’opera “La diavolessa” di B. Galuppi, su revisione dei maestri Franco Rossi e Francesco Erle. Il corso si terrà a Vicenza dal 26 agosto al 4 settembre. L’esecuzione dell’opera si terrà nei giorni 5 e 8 settembre 2019 presso il teatro Olimpico di Vicenza.
  • Corso di perfezionamento e allestimento dell’intermezzo “Bacocco e Serpilla” di G. M. Orlandini in collaborazione con l’associazione “Barocco Europeo”. L’intermezzo è prodotto da Barocco Europeo mentre il corso sarà allestito presso il Palazzo Ragazzoni in Sacile dal 19 al 23 agosto con concerti in:
    • Sacile 24 agosto 2019 – Festival MusicAntica TRAME E PROPORZIONI – Palazzo Ragazzoni
    • Pirano 25 agosto 2019 – Festival TARTINI – Chiostro San Francesco
    • Vicenza 8 settembre 2019 – Festival Vicenza in Lirica” Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari.

Iscrizione alle audizioni

Il candidato che intende iscriversi alle audizioni deve compilare la Scheda d’iscrizione allegata al presente bando, ed inviarla corredata dei seguenti allegati:

  • BREVE curriculum vitae;
  • Foto recente in alta definizione;
  • copia del versamento della quota d’iscrizione;
  • copia di un documento d’identità valido.

I documenti vanno inviati a: audizioni.concettoarmonico@posta.it

Il termine per l’iscrizione alla preselezione è fissato per il 19 maggio 2019. La mancanza di uno dei documenti o l’invio oltre la data del 19 maggio 2019, esclude il partecipante alla selezione. Verranno comunicati dalla direzione artistica del festival il giorno e l’orario preciso per l’audizione e l’orario della prova con il maestro accompagnatore al cembalo.

Programma audizione

Il candidatodovrà presentarsi all’audizione che si terrà nei giorni 26 e 27 maggio a Vicenza presso la Chiesa di San Rocco in Contrà Mure San Rocco. 28.

Il candidato deve presentare l’aria d’obbligo del proprio personaggio o dei personaggi per i quali si presenta, con da capo e un’aria d’opera italiana scritta prima del 1760 con recitativo.

Il candidato può scegliere di presentarsi all’audizione:

  • per l’opera “La diavolessa”di B. Galuppi,
  • per l’intermezzo “Bacocco e Serpilla” di G. M. Orlandini
  • per entrambe le produzioni

L’audizione verrà eseguita con accompagnamento al cembalo, diapason 415 hz.

La commissione esaminatrice si riserverà il diritto di ascoltare quanto riterrà necessario.

Commissione esaminatrice

La commissione esaminatrice della selezione con audizione sarà composta da:

  • Barbara Frittoli, soprano.
  • Francesco Erle, maestro direttore e concertatore dell’opera “La diavolessa” di B. Galuppi.
  • Donatella Busetto, maestro direttore e concertatore dell’opera “Bacocco e Serpilla” di G. M. Orlandini
  • Andrea Castello, direttore artistico festival Vicenza in Lirica.

Costi dell’audizione

I candidati nel momento in cui si iscrivono all’audizione, devono versare tramite bonifico bancario la quota di iscrizione pari a € 25,00 (venticinque/00 Euro). Tale quota renderà il candidato socio simpatizzante di Concetto Armonico ed avrà la validità di un anno. Diventando socio simpatizzante di Concetto Armonico, l’artista potrà ricevere particolari agevolazioni durante la programmazione di Concetto Armonico – Vicenza in Lirica.

Coloro che siano già in possesso della tessera di socio simpatizzante valida al giorno 28 maggio 2019 non devono versare alcuna quota.

La quota d’iscrizione va inviata a:

CONCETTO ARMONICO – ASSOCIAZIONE CULTURALE
BCC CENTROVENETO, Filiale di Vicenza
IBAN: IT60 O085 9011 8000 0008 1026 140
BIC: CCRTIT2TBCV
Causale: iscrizione a socio per audizioni NOME E COGNOME

Le spese bancarie sono a carico del partecipante. In caso di rinuncia, la quota non verrà rimborsata. Spese di viaggio, vitto e alloggio per l’audizione sono a carico dei partecipanti.

Prestazioni

I cantanti scelti per l’esecuzione dell’opera La diavolessa di B. Galuppi, s’impegnano a partecipare al Corso di perfezionamento e debutto nellopera che si terrà dal 26 agosto al 4 settembre 2019, secondo il calendario che verrà fornito dalla direzione artistica e specificato nel momento in cui viene stipulato il contratto, nonché partecipare allesecuzione dellopera nei giorni 5 e 8 settembre 2019 presso il Teatro Olimpico di Vicenza. I Cantanti riceveranno un compenso – borsa di studio, maggiorata delle spese di viaggio (i viaggi verranno predisposti dall’organizzazione). L’alloggio verrà fornito dalla direzione artistica del Festival Vicenza in Lirica.

I cantanti scelti per l’esecuzione dell’opera Bacocco e Serpilla di G. M. Orlandini, s’impegnano a partecipare al Corso di perfezionamento e debutto nellopera che si terrà dal 19 al 23 agosto 2019, secondo il calendario che verrà fornito dalla direzione artistica di Barocco Europeo e specificato nel momento in cui viene stipulato il contratto, nonché partecipare alle produzioni previste dalla programmazione del Festival MusicAntica di Barocco Europeo, per i quali riceveranno un compenso – borsa di studio, maggiorata delle spese di viaggio (i viaggi verranno predisposti dall’organizzazione). L’alloggio verrà fornito dalla direzione artistica del Festival MusicAntica di Barocco Europeo.

La partecipazione ai CORSI di alto perfezionamento è GRATUITA.

Il corso di alto perfezionamento

I corsi di alto perfezionamento finalizzati al debutto nell’opera La diavolessa di B. Galuppi e Bacocco e Serpilla di G. M. Orlandini, saranno tenuti dai direttori d’orchestra, dai registi e da un cantante di fama e verranno comunicati in fase successiva.

I cantanti che non vengono scelti per la messa in scena delle opere”, hanno la possibilità di:

  • Partecipare ad una delle masterclass del festival Vicenza in Lirica presso le Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari o ad una successiva master class organizzata da Concetto Armonico durante il 2019, alle condizioni previste dal regolamento dei corsi, beneficiando di uno sconto del 20% sulla quota del corso.

Le decisioni della giuria sono inappellabili. Sono escluse le vie legali.

I candidati scelti devono presentarsi il giorno d’inizio del corso con il ruolo a memoria, pena l’esclusione dal progetto.

Riprese di immagini, audio e video

Effettuando l’iscrizione, il partecipante alla produzione dell’opera “La diavolessa” di B. Galuppi organizzata da Concetto Armonico – Vicenza in Lirica e all’intermezzo “Bacocco e Serpilla” di G. M. Orlandini, organizzato da Barocco Europeo, dà il proprio consenso alle riprese e trasmissioni radiofoniche e televisive, su nastri audio e video realizzate nell’ambito delle prove e delle recite, eseguite dall’organizzatore stesso o da persone o istituzioni incaricate. In particolare, il partecipante cede all’organizzazione tutti i diritti delle riprese d’immagine, sonore e video per qualsiasi utilizzo in relazione all’evento. L’organizzazione si riserva il diritto di utilizzare immagini, registrazioni audio e video per la promozione in relazione al presente evento o a futuri eventi oppure di pubblicare le registrazioni sonore e video a scopo dimostrativo e promozionale.

Note

Le presenti condizioni possono subire delle modifiche. Con la firma apportata sul presente bando e sulla scheda d’iscrizione, il partecipante accetta le condizioni elencate.

RUOLI D’OPERA PER L’AUDIZIONE

Personaggio, registro e aria d’obbligo (da scaricare)

La diavolessa di B. Galuppi

Don Poppone, basso: Com’è stata dir non so

Dorina, contralto: Sior omo generoso

Falco, tenore: Veleggiar, veleggiar, veleggiar

Ghiandina, soprano: Sì, signori, così è

Giannino, baritono: M’han lasciato in testamento

Il Conte Nastri, contralto: Un tenero affetto

La Contessa, soprano: Chi son’io

Bacocco e Serpilla di G.M. Orlandini

Serpilla, mezzosoprano/contralto: A questa pellegrina

Bacocco, basso: Maledetta la basetta

Vicenza, 4 aprile 2019.

Lo “Stabat Mater” di Pergolesi ad Arsiè a Lonigo e a Vicenza

La direzione artistica è di Andrea Castello. Intanto si preparano altri appuntamenti in vista della Pasqua e si organizzano un concorso lirico internazionale nel nome di Tullio Serafin e la nuova edizione del Festival “Vicenza in Lirica”

Concetto Armonico: lo “Stabat Mater” di Pergolesi il 6 aprile ad Arsiè (BL), il 7 a Lonigo (VI) e il 20 a Vicenza

In vista della Santa Pasqua, tre concerti dedicati allo “Stabat Mater” di Giovanni Battista Pergolesi (1710-1736) per iniziativa di Concetto Armonico e del festival Vicenza in Lirica, con ingresso libero.

Sabato 6 aprile alle 20.45 nella Chiesa di Santa Maria Assunta ad Arsiè, in provincia di Belluno, il concerto sarà eseguito grazie alla disponibilità del parroco don Alberto Peron e con il patrocinio del Comune bellunese. Domenica 7 alle 17, invece, appuntamento nel Santuario della Madonna dei Miracoli a Lonigo, in provincia di Vicenza, in collaborazione con la Proloco leonicena. Infine a Vicenza, città che ospita il festival lirico, l’appuntamento è per il sabato santo, 20 aprile, alle 20.45 nella Chiesa di San Rocco.

I concerti vedranno impegnate come soliste due “giovani veterane” del festival: il soprano vicentino Giulia Bolcato, che a Vicenza in Lirica ha debuttato con l’“Orfeo” di Claudio Monteverdi nel 2017, e il contralto Maria Elena Pepi, scoperta di Vicenza in Lirica 2018. La parte strumentale sarà affidata all’Ensemble Barocco “Vicenza in Lirica” diretto al cembalo dal Maestro Alberto Maron, anch’egli talento vicentino che con il festival ha instaurato un consolidato rapporto di collaborazione.

«In questo periodo – commenta il direttore artistico Andrea Castello – l’agenda di Concetto Armonico è particolarmente fitta. Dopo il successo della trasferta dei giorni scorsi nella Città del Vaticano con I Cantori di Santomio, abbiamo in programma diversi appuntamenti concertistici per il periodo pasquale, oltre al Concorso lirico internazionale “Tullio Serafin”, che si svolgerà dal 5 all’8 giugno a Cavarzere, in provincia di Venezia, cittadina che diede i natali al Maestro. Ma siamo nel pieno dell’attività anche per la nuova edizione del Festival “Vicenza in Lirica”, atteso a Vicenza dal 31 agosto al 15 settembre prossimi, con l’Olimpico di Andrea Palladio, teatro coperto più antico del mondo, come palcoscenico principale: un’edizione con il sorriso, direi, visto che la produzione principale sarà la riscoperta dell’opera buffa di Baldassare Galuppi “La diavolessa”, su libretto di Carlo Goldoni, affiancata tra l’altro dal divertente e romantico “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti e dallo spassoso intermezzo “Bacocco e Serpilla” di Orlandini».

Con gli appuntamenti di aprile, il festival Vicenza in Lirica esce nuovamente dalle mura cittadine, instaurando così rapporti culturali con altre realtà preziose del territorio e cercando quindi “terreno fertile”, utile a dare ulteriori opportunità ai giovani artisti che, grazie al debutto con il festival, si avviano verso altri palcoscenici prestigiosi.