Assegnati i premi dell’importante Concorso atteso in tutto il mondo

Sabato 28 maggio al teatro “Tullio Serafin” di Cavarzere si è svolta la finale del “Concorso lirico Tullio Serafin” edizione 2022, organizzato dalle associazioni “Concetto Armonico” e “Archivio storico Tullio Serafin”, con il sostegno del Ministero della Cultura e del Comune di Cavarzere, in collaborazione con l’Università Popolare di Cavarzere e con il patrocinio della Regione del Veneto. Ad assegnare i premi una giuria d’eccezione presieduta dal Maestro Alessandro Galoppini, casting manager del Teatro alla Scala di Milano e così composta: Gianni Tangucci (coordinatore artistico dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino), Giovanna Canetti (docente di canto), Renata Lamanda (mezzosoprano), Piero Guarnera (baritono), Luigi Puxeddu (direttore artistico del Teatro Sociale di Rovigo), Edmondo Mosè Savio (direttore d’orchestra) e Andrea Castello (presidente dell’Archivio storico Tullio Serafin e direttore artistico del Festival “Vicenza in Lirica”). Erano 19 i cantanti ammessi alla fase finale del Concorso, provenienti da diverse nazionalità, selezionati fra circa 200 partecipanti che si sono presentati tra aprile e maggio alla fase eliminatoria svoltasi al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro dell’Opera di Roma, al Teatro Carlo Felice di Genova, allo Staatsoper Unter den Linden di Berlino, al Teatro Sociale di Rovigo e al Teatro Tullio Serafin di Cavarzere. I finalisti si sono contesi i ruoli dell’opera “Don Giovanni” di Mozart in cartellone al Teatro Olimpico di Vicenza durante il decimo festival “Vicenza in Lirica” l’8 e il 10 settembre.

I giovani artisti si sono esibiti in duetti, terzetti e quartetti, arie e recitativi tutti tratti dall’opera “Don Giovanni” accompagnati al pianoforte da un’instancabile ed attentissima Sabina Arru. Al termine del concerto la giuria ha proclamato i vincitori, assegnando: il ruolo del Commendatore al basso serbo Strahinja Djokic, il ruolo di Donna Anna al soprano ucraino Yulia Pogrebnyak, il ruolo di Don Ottavio al tenore Massimo Frigato, il ruolo di Donna Elvira al soprano Marily Santoro, il ruolo di Leporello al baritono Marco Saccardin, il ruolo di Masetto al baritono Gianluca Andreacchi ed il ruolo di Zerlina al soprano Sabrina Sanza. Non è stato assegnato il ruolo del protagonista Don Giovanni.

Il numeroso e caloroso pubblico al termine delle esibizioni ha decretato il vincitore del premio intitolato a “Francesco Pacchiega”, offerto da Valeria Rubini ed assegnato a Massimo Frigato. Anche Il Comune di Cavarzere ha voluto assegnare un premio, offerto dall’assessore alla cultura Ilaria Turatti, che è stato vinto dal giovane soprano Sofia PezziL’Università Popolare di Cavarzere ha selezionato quali vincitori dell’omonimo premio, che consiste nell’esecuzione del concerto di inizio anno Accademico 2022/2023, Yulia Pogrebnyak e Francesco Auriemma. Il Premio della Critica intitolato a “Lukas Franceschini” è stato assegnato da Davide Cornacchione e Cristina Chiaffoni a Marily Santoro. Il Premio intitolato a “Marinella Meli” offerto dal mezzosoprano Renata Lamanda è stato vinto ex-aequo da Martina Tragni e Gerardo Dell’Affetto. Una serata che ha riportato ancora una volta in auge il nome di Cavarzere grazie a Tullio Serafin attraverso il Concorso atteso in tutto il mondo ed ideato da Andrea Castello. A salutare il pubblico è stato il Sindaco Pierfrancesco Munari e, successivamente, l’Assessore Ilaria Turatti che ha espresso tutta la sua attenzione verso “Concetto Armonico” e verso il Concorso.

Un saluto emozionante e ricco di riconoscenza anche da parte del direttore artistico del Teatro alla Scala e presidente del Concorso Alessandro Galoppini, che ha ricordato quanto sia importante per il mondo della musica il nome di Serafin. Appuntamento al “Cavarzere Opera Festival – Tullio Serafin” di ottobre, il primo festival in onore del Maestro, sempre ideato da Andrea Castello con il sostegno del Ministero della Cultura, Comune di Cavarzere, Banca del Veneto Centrale e famiglia Turatti.