Artisti da tutto il mondo per il Concorso intitolato al grande direttore

Straordinarie adesioni per la nuova edizione del Concorso lirico Tullio Serafin organizzato da “Concetto Armonico” con la collaborazione dell’”Archivio storico Tullio Serafin”, con il sostegno del Ministero della Cultura e del Comune di Cavarzere, con il patrocinio della Regione del Veneto e con la collaborazione dell’Università Popolare di Cavarzere.

“Non me la sento di dire che è stato un successo di adesioni in quanto, fossero state anche solo poche decine, sarei stato ugualmente felice. Posso dire che è stato un successo di fiducia dimostrato da circa 200 giovani cantanti lirici di tutto il mondo che credono nella nostra Istituzione” sono le parole di Andrea Castello presidente delle due associazioni e direttore artistico del Concorso.

Circa duecento iscritti provenienti da tutto il mondo: America, Armenia, Australia, Austria, Belgio, Bolivia, Brasile, Bulgaria, Canada, Cina, Corea del Sud, Cipro, Croazia, Cuba, Danimarca, Francia, Georgia, Germania, Giappone, Gran Bretagna Grecia, Islanda, Israele, Lituania, Moldavia, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia, Ucraina, Venezuela e, naturalmente, Italia.

Giovani artisti under 35 che si contenderanno i ruoli presenti nell’opera “Don Giovanni “ di W. A. Mozart e che andrà in scena a Settembre al Teatro Olimpico di Vicenza in occasione del decimo “Festival Vicenza in Lirica”. Ci saranno anche altri premi: premio della critica intitolato a “Lukas Franceschini” offerto da Andrea Castello; premio del pubblico intitolato a “Francesco Pacchiega” offerto dalla signora Valeria Rubini; Premio Città di Cavarzere Assessorato alla Cultura; premio Università Popolare di Cavarzere concerto iniziale dell’anno Accademico 2022/2023 per due finalisti del Concorso; borsa di studio intitolata a “Marinella Meli”, offerta dal mezzosoprano Renata Lamanda; premio Operabase che consiste in uno sconto del 30% sugli abbonamenti Pro Artist a tutti gli artisti finalisti e uno sconto del 50% sui premi speciali. I vincitori riceveranno un abbonamento annuale Pro Artist gratuito.

Il Concorso prevede una prova eliminatoria che si terrà al Teatro Sociale di Rovigo (26 aprile), al Teatro Tullio Serafin di Cavarzere (27 aprile), al Teatro dell’Opera di Roma (29 aprile), allo Staatsoper Unter den Linden di Berlino (2 maggio), al Teatro alla Scala di Milano (8 e 9 maggio) e al Teatro Carlo Felice di Genova (15 maggio).

La prova Finale in forma di concerto e aperta al pubblico si terrà presso il Teatro Tullio Serafin di Cavarzere il 28 maggio alle ore 20.30 con la presenza di una straordinaria giuria composta da: Alessandro Galoppini (casting manager del Teatro alla Scala e presidente del Concorso), Gianni Tangucci (coordinatore artistico dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino), Luigi Puxeddu (direttore artistico del Teatro Sociale di Rovigo), Sara Mingardo, (contralto, consulente musicale del Festival Vicenza in Lirica), Giovanna Canetti(docente di canto), Renata Lamanda (mezzosoprano), Angelo Nicastro (direttore artistico della Fondazione Renata Tebaldi), Piero Guarnera (baritono) e Andrea Castello (direttore artistico del Festival Vicenza in Lirica e presidente dell’Archivio storico Tullio Serafin). Presenti anche alcuni critici musicali che avranno il compito di assegnare il premio della Critica.

“Grande soddisfazione per il risultato ottenuto. E’ un impegno molto delicato in quanto non bisogna deludere le aspettative di nessun candidato, nemmeno di coloro che riceveranno un “no”. Sono molto felice di portare a Cavarzere una giuria di alto profilo mondiale, il giusto modo per fare onore al nostro concittadino Tullio Serafin che ha portato Rottanova, Cavarzere, il Veneto e l’Italia in tutto il mondo. Speriamo che possano aggiungersi spontaneamente altri premi, soprattutto da parte di coloro che amano Serafin” afferma Andrea Castello con entusiasmo.

Appuntamento il 28 maggio a Cavarzere: biglietto unico 12,00 euro acquistabile tramite l’Università Popolare di Cavarzere (3489043540), tramite l’Archivio storico Tullio Serafin (3496209712) oppure tramite la piattaforma online vivaticket.com.